polipi espansi di una gorgonia gialla

 

* Conosciamoli meglio *
Cosa incontriamo in immersione

Gorgonia gialla
Eunicella cavolinii

Non ostante il suo aspetto che ricorda quello di una pianta, la gorgonia gialla, come ben sanno i subacquei, non è un vegetale ma appartiene al regno animale. 
Come le sue parenti rosse e bianche, anche la gorgonia gialla, il cui nome scientifico è Eunicella cavolinii, è costituita da una colonia formata da tanti piccolisssimi animali detti polipi (da non confondere con i polpi, che sono tutta un'altra cosa...) che insieme pian piano costruiscono una struttura scheletrica rigida rivestita da un tessuto molle, colorato appunto di giallo, che assume poi la forma che ben conosciamo. I polipi che costituiscono la gorgonia sono di colore biancastro semitrasparente e sono dotati di tentacoli piumati, per la precisione 8, attraverso i quali si nutrono. Date le dimensioni minime, circa un paio di millimetri, i polipetti non sono molto visibili. Per una loro osservazione è conveniente mettersi contro luce. Inoltre, spesso i polipi non sono visibili in quanto chiusi.
La gorgonia è un organismo sessile, cioè che non si muove, quindi si posiziona e si sviluppa a ventaglio in zone a lei favorevoli per la nutrizione che avviene principalmente catturando micro organismi trasportati dalla corrente. Questo è il motivo per cui la troviamo sulle pareti in posizione perpendicolare alle correnti.
Le gorgonie gialle sono molto diffuse e possiamo incontrarle un po' da per tutto nelle nostre immersioni a partire da una decina di metri di profondità. 
La loro posizione sporgente richiede da parte nostra un po' di attenzione infatti dobbiamo stare attenti a non danneggiarle urtandole o, anche involontariamente, colpendole con le nostre pinne mentre nuotiamo costeggiando le pareti.
polipi di gorgonia giallaGorgonie rosse e gialle a volte si trovano insieme