piccola vacchetta di mare Discodoris atromaculata

 

* Conosciamoli meglio *
Cosa incontriamo in immersione

Vacchetta di mare
Discodoris atromaculata

Facendo le nostre immersioni, soprattutto nei fondali che circondano l'isola di Caprera, non è insolito imbattersi in questo simpatico animale che, a causa del suo aspetto e dei suoi colori, viene comunemente chiamato "Vacchetta di mare". Il suo nome scientifico è Discodoris atromaculata ed è un mollusco dell'ordine dei nudibranchi. 
Questo nudibranco è facile da individuare sia per la sua caratteristica colorazione, che lo fà risaltare sul fondale, ma pure per la sua dimensione, che può superare anche i 10 cm. Lo possiamo incontrare, già a pochi metri di profondità, da solo o in compagnia di altri giovani esemplari. Se ci avviciniamo con molta cautela, senza muovere acqua, possiamo vedere che il suo corpo non è del tutto piatto, ma che ha due protubreranze frontali e un bel ciuffo branchiale che si erge sul suo dorso e che gli serve per respirare ma che ritrae per proteggersi appena si sente in pericolo. 
La vacchetta si nutre principalmente di spugne, la sua preferita è la Petrosia, una spugna di colore rosso/viola, sulla quale è facile vederla "pascolare" e sulla quale risultano evidenti le tracce del suo pasto.....
Anche se i "sacri testi" dicono che questo nudibranco si riproduce in autunno, a noi spesso capita nelle nostre immersioni estive di poterne ammirare le uova. Queste si presentano in forma di spirale ed hanno un aspetto merlettato. Come spesso capita per le cose belle, anche queste uova sono molto delicate e fragili quindi, inutile dirlo, non vanno assolutamente toccate.
Nudibranchi vacchetta di mare su petrosiaUova di Peltodoris atromaculata